Qual è il modo giusto di digiunare?

Posted: 06 Giugno 2017 By: commento: 0
In realtà non si tratta di modo giusto, ma semplicemente si tratta di creare le condizioni favorevoli per compiere una determinata azione. Ogni situazione richiede un contesto ottimale per potersi esprimere al meglio.
Il digiuno, permettendo all’organismo di risparmiare energia vitale normalmente spesa per lo smaltimento delle scorie metaboliche (catabolismo), supporta i processi di autoguarigione e l’attività eliminatoria; non è una cura, bensì uno strumento che, attivando meccanismi pro salute inibiti dall’intossinazione quotidiana, favorisce il recupero dello stato di salute. Aumentando l’energia vitale disponibile, il digiuno innesca processi di depurazione, favorendo la liberazione e l’eliminazione delle tossine accumulate precedentemente, purificano l’organismo.

Un modo semplice per iniziare a sperimentare la forza di questa pratica è saltare la cena almeno una volta alla settimana. Questa semplice esperienza, che sicuramente avrete già fatto per esempio durante un’influenza, vi porterà innumerevoli vantaggi.

Precisamente il digiuno serale, oltre a collaborare alla riduzione dell’infiammazione tessutale, terreno ideale per lo sviluppo di patologie cronico-degenerative, dona sonni di qualità migliore, risvegli più vitali, aumento della forza disponibile, processi digestivi più efficaci, maggiore lucidità mentale e minore turbolenza emotiva…

Insomma, anche sperimentando brevissimi digiuni, avrai modo di scoprire l’incredibile forza di questo "rimedio" economico ed etico.

commenti